Psicologa Psicoterapeuta | Reggio Emilia

Il Trauma

Il Trauma

  • Dott.ssa Iris Guazzetti

“Quando qualcuno entra in quel dolore e sente le urla, la guarigione può iniziare”
(Danielle Bernock)

La definizione di trauma prende origine dal greco, che significa “ferita”. Quando si parla di trauma psicologico, si considera una “ferita dell’anima”, che necessita tempo e cure. Il trauma è un evento nel quale, l’input ricevuto è maggiore della capacità di reazione del soggetto stesso, ed il più delle volte è legato ad una attribuzione negativa su di sé, dove la persona si trova disarmata nel gestire le conseguenze dell’evento traumatico a breve o lungo termine. Ciascuno di noi, nel corso della vita, può andare incontro all’esposizione diretta o indiretta ad esperienze traumatiche che possono destabilizzare l’equilibrio psicofisico.

Non tutti i traumi sono uguali e comportano le medesime conseguenze. I traumi il più delle volte sono esperienze considerare normali , che fanno parte della vita, tra queste le separazioni , lutti , cambiamenti importanti , vivere con un genitore molto malato , avere assistito a liti frequenti dei genitori, essersi presi cura di un genitore da piccoli, aver dovuto imparare a cavarsela da soli perché i genitori erano poco disponibili affettivamente , essersi sentiti inferiori ad altri , essere stati umiliati o rifiutati, non aver potuto chiedere aiuto nel momento in cui c’era bisogno di essere rassicurati emotivamente . Accanto a questi traumi, che spesso sono impropriamente considerati di piccola entità, si collocano i grandi traumi, quegli eventi che minacciano la vita e l’integrità fisica propria o delle persone care, incidenti potenzialmente mortali, diagnosi di malattie a rischio di vita, interruzioni di gravidanza, essere stati picchiati e/o feriti, avere ricevuto minacce alla propria incolumità fisica.

Il modello teorico alla base dell’EMDR è l’AIP (Adaptive Information Processing), secondo il quale ogni esperienza che viviamo, positiva o negativa che sia, viene immagazzinata nel nostro cervello, in modo che le informazioni ad essa associate (immagini, pensieri, emozioni e sensazioni) siano regolarmente elaborate in modo naturale, permettendo all’evento di essere integrato con altri ricordi precedentemente archiviati e di far parte di una rete adattiva di informazioni.

Quali sono le conseguenze dell’essere stati esposti ad un evento traumatico?

Osservando lo sviluppo del cervello delle persone che sono state esposte a traumi precoci, abbandoni, trascuratezza è stato possibile evidenziare che il loro funzionamento è simile a quello di bambini che hanno lesioni cerebrali. La corteccia prefrontale viene considerata la ‘’sede dell’anima’’ poiché è centrale per lo sviluppo della personalità. I neuroni della corteccia prefrontale sono programmati per leggere le emozioni nel volto materno. Teicher ha osservato che il corpo calloso, che facilita la comunicazione tra emisfero destro ed emisfero sinistro, è notevolmente più piccolo nelle persone che sono state gravemente abusate nell’infanzia. Il 72% dei bambini ed adolescenti con una storia di abusi fisici e sessuali mostra un EEG con un’attività anomala nella regione frontale e temporale del cervello.

Le persone che hanno subito traumi possono “guarire” dalle ferite emotive?

A questo proposito la comprensione del funzionamento del cervello traumatizzato, la scarsità di connessioni neurali nella corteccia prefrontale e nel corpo calloso, il funzionamento del cervello secondo l’ipotesi di MacLean, la teoria polivagale e l’integrazione con il modello AIP sono i nostri principali alleati per capire il funzionamento del cervello delle persone traumatizzate e aiutarle nel recupero dei diversi aspetti che incidono sui suoi comportamenti. L’associazione EMDR Italia, da anni si occupa del trattamento di diverse psicopatologie e problemi legati sia ad eventi traumatici sia a esperienze più comuni che tuttavia possono risultare emotivamente stressanti; la ricerca e l’evidenza clinica hanno evidenziato che l’intervento di rielaborazione dei traumi ripara completamente le ferite dell’anima con una risoluzione dei sintomi ed una ricaduta positiva sulla salute.

Eye Movement Desensitization and Reprocessing

L’E.M.D.R. è un metodo psicoterapeutico che consente la desensibilizzazione e il riprocessamento di eventi traumatici, che comprende gravi traumi o anche i traumi classici della vita quotidiana, che vanno destabilizzare l’immagine di sé la propria autostima e le capacità di auto efficacia.

L’ Emdr rimette in funzione il meccanismo innato di elaborazione delle informazioni, permettendo quelle informazioni intrappolate nel nostro cervello di essere lasciate andare e amalgamarsi esperienze positive del punto non far svanire ricordo ma la sua portata traumatica, però svanire i sintomi e comportamenti disfunzionali annessi.

Dott.ssa Iris Guazzetti
Psicologa Psicoterapeuta - Reggio Emilia


Dott.ssa Iris Guazzetti Psicologa Psicoterapeuta
Reggio Emilia

declino responsabilità | privacy | cookies | codice deontologico

Iscritta all’Albo degli Psicologi dell’Emilia Romagna n. 3900/sezione A
Laurea in Psicologia università di Parma e scuola di Specializzazione in Psicoterapia Cognitivo comportamentale
P.I. 02144480353

 

AVVISO: Le informazioni contenute in questo sito non vanno utilizzate come strumento di autodiagnosi o di automedicazione. I consigli forniti via web o email vanno intesi come meri suggerimenti di comportamento. La visita psicologica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.

©2017 Tutti i testi presenti su questo sito sono di proprietà della Dott.ssa Iris Guazzetti
© 2017. «powered by Psicologi Italia». E' severamente vietata la riproduzione, anche parziale, delle pagine e dei contenuti di questo sito.
www.psicologi-italia.it